23 Giugno 2019NEUROSCIENZE E MUSICA: LO STATO DELL’ARTE

La tavola rotonda si svolge presso Magazzino Musica| via Soave 3 | 0236686303 Milano | www.magazzinomusica.it https://youtu.be/KxkIhuIacbo PROGRAMMA 14.15 – 14.30 Accoglienza e registrazione dei partecipanti14.30 – 14.45 NEUROSCIENZE E MUSICA: LO STATO DELL’ARTEIntroduce i lavori e modera Silvia Cattaneo, docente di fisica, già ricercatrice ambito neuroscienze, scuola di psicoterapia, Università Cattolica del Sacro Cuore.14.45 – 15.30 NEUROSCIENZE COGNITIVE DELLA MUSICA: IL CERVELLO MUSICALE TRA ARTE E SCIENZAPresentazione del libro “Neuroscienze Cognitive della Musica: il cervello musicale tra Arte e Scienza” (Zanichelli) da parte dell’autrice, Alice Mado Proverbio, docente di Neuroscienze Cognitive, Università Milano-Bicocca. En discussant con Prof. Franca Morazzoni, già presidente della Scuola di Dottorato in Scienze, Università Milano-Bicocca.15.30 – 16.00 MUSICOTERAPIA IN GERIATRIA: IDENTITÀ, RELAZIONE E RIABILITAZIONEIntervento di Carlo Alberto Boni, musicoterapeuta, ricercatore, docente e chitarrista, è laureato in Pedagogia Musicale, in Didattica della Musica e dello Strumento, in Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale. E’ stato Assistente per la Formazione, la Ricerca e i Progetti dell’Helvetic Music Institute di Bellinzona.16.00- 16.45 LA MUSICOPEDIA NELL’ABILITAZIONE DEI PROCESSI ATTENTIVILaboratorio condotto da Mauro Montanari, pianista, docente, esperto di musicopedia. Master in “Didattica, neuroscienze e dislessia” conseguito presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano.16.45 – 17.00 Coffe Break17.00 – 17.45 DI TANTI PALPITI… INCONSCIO E NEUROSCIENZE NEL RITMO MUSICALEIntervento di Laura Darsié psicanalista e neuromusicologa clinica. È membro del Movimento psicoanalitico Nodi freudiani e del GIRN (Gruppo Interprofessionale Riabilitazione in Neuropsicologia. En discussant con Silvia Cattaneo.17.45 – 18.30 PARAFRASANDO NOVALIS: ESISTE UNA SOLUZIONE MUSICALE PER OGNI MALATTIA?Antonio Montinaro, medico neurochirurgo, grande appassionato di musica colta, presenta il suo ultimo libro, Musica e Cervello 2. Emozioni, genetica e terapia (Zecchini ed. 2019). En discussant con Alessandro Zignani, scrittore e musicologo. 18.30 – 19.00 LINGUAGGIO RITMICO: POTENZIARE LE ABILITÀ LINGUISTICHE ATTRAVERSO LA MUSICALaboratorio condottto da Serena Germagnoli, psicologa dell’età evolutiva, laurea in psicologia dello sviluppo e della comunicazione e master in “Disfunzioni cognitive in età evolutiva” conseguiti presso Università Cattolica del Sacro Cuore. Collabora con il servizio SPAEE sotto la guida del prof. Alessandro Antonietti.19.00 – APERITIVO19.30 – CONCERTO ISCRIZIONE Costo per i partecipanti: € 20 euro a persona per i soci dell’associazione MaMu Cultura Musicale. Il pagamento può avveniretramite bonifico: IBAN IT88G0521601614000000013404, intestato a Associazione MaMu Cultura musicale, causale “Tavola rotonda Neuroscienze e musica”. Per iscriversi sarà necessario inviare una mail completa di nome, cognome e ricevuta del pagamento effettuato a formazione@magazzinomusica.it, entro il 18 giugno 2019.

15 Giugno 2019“Introduzione all’opera di FRANÇOISE DOLTO”

Presentazione del volume di Annamaria Spina «Introduzione all’opera di Françoise Dolto» Teoria, clinica, etica in psicanalisi infantile Sabato 15 giugno 2019    ore 16.30La Casa delle artiste - Spazio Alda MeriniVia Magolfa 32 – MilanoPresentazione del saggio Ed. Polimnia Digital Editions, 2018Con la presenza dell\'autrice brevi spunti tratti dal testo su Françoise Dolto secondo la logica discorsiva del “polilogo”, un dialogo a più voci di Nodi Freudiani. Medico e psicanalista, Françoise Dolto (1908-1988) è stata una delle figure storiche della psicanalisi francese. I suoi contributi sono innovativi sul piano teorico, grazie alla dottrina dell’immagine inconscia del corpo; sul piano sociale, grazie all’esperimento pionieristico della Maison Verte e soprattutto sul piano clinico e etico in quanto l’essenza del suo insegnamento si rivela nel rispetto dell’essere umano allo stato infantile come soggetto di desiderio sin dal concepimento. Dolto è stata una rivoluzionaria del lavoro con la famiglia perché segna, con la sua esperienza, una differenza dal modello anglosassone nell’ambito della psicanalisi infantile: il bambino va accolto insieme ai genitori perché questi sono “i primi a sapere, hanno soltanto bisogno di una conferma autorevole alla loro intuizione”. Questo approccio è rivoluzionario nel senso di una evoluzione nella modalità di ascolto di tutti i componenti della famiglia, qualificandosi come chiave di psicoprofilassi del disagio psico-sociale prima che come strumento di possibile cura.Nella realtà scientifica e culturale italiana l’acquisizione di tale insegnamento consente a psicanalisti e psicoterapeuti di adottare le sue esperienze e estenderle alla propria pratica clinica, riconoscendole come un vero e proprio modello di formazione. È il modello di Françoise Dolto. Annamaria Spina è psicologa e psicoterapeuta a Napoli, coordinatrice del Dipartimento Clinico “à Françoise Dolto”, membro di Espressione ONLUS, docente Scuola Esculapio.

21 Gennaio 2017COSA DICE IL BAMBINO DEL SUO DISEGNO E … QUALE ASCOLTO?

Proseguendo il dibattito avviato durante la giornata di Studio “Altre espressioni dell’inconscio…” Nodi Freudiani propone una tavola rotonda: COSA DICE IL BAMBINO DEL SUO DISEGNO E…QUALE ASCOLTO?       Sabato 21 gennaio 2017 alle ore 16,00Libreria Claudiana, Via Francesco Sforza 12/A, Milano Interventi di PIETRO ANDUJAR (psicanalista, Monza e Milano) SERGIO ANTONINI (GruppoAnalistaSGAI- Roma)MARIAPIA BOBBIONI (psicanalista, Milano)LORENZA BORIN (ematologa presso l’Ospedale S. Gerardo di Monza)LAURA DARSIÈ (psicanalista, Firenze)MARIAROSARIA MONACO (psicologa-psicoterapeuta, Milano)Introduce e coordina: FRANCA BRENNA (psicanalista, Bresso e Milano)